NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Studenti

La classe 4A del Liceo scientifico vince il primo premio del concorso "Valori e territorio"

VITTORIO VENETO - Nella suggestiva cornice del Castello vescovile di Vittorio Veneto, presenti soprattutto giovani studenti, si è svolta sabato 30 settembre la cerimonia di premiazione del concorso “Valori e territorio”, progetto nato dalla collaborazione tra Comitato Turismo Religioso delle diocesi di Belluno-Feltre e di Vittorio Veneto e gli Uffici scolastici territoriali di Belluno e di Treviso, con il sostegno del Bim Piave di Belluno e Treviso.

A introdurre l’evento è stata Cristina Falsarella, presidente del Comitato e responsabile dell’Ufficio arte sacra della diocesi vittoriese, che ha sottolineato il significato profondo dell' iniziativa e l’importanza, per i ragazzi, di esplorare il territorio e cogliere i multiformi segni del sacro, testimonianze della storia passata e dell’identità dei nostri paesi.

Sono intervenuti poi Paola Roma, sindaco di Ponte di Piave e membro della giunta del Bim Piave di Treviso, il vescovo di Vittorio Veneto mons. Corrado Pizziolo e il direttore dell’Ufficio arte sacra della diocesi di Belluno mons. Giacomo Mazzorana, in rappresentanza del vescovo Marangoni.

Giorgio Reolon, referente del progetto, ha presentato brevemente i lavori pervenuti, frutto del lavoro interdisciplinare di 17 classi, provenienti da 12 istituti secondari del Bellunese e del Vittoriese, di primo e secondo grado.

Sono stati premiati, per ciascuna diocesi, un lavoro di un istituto secondario di primo grado e uno di un istituto secondario di secondo grado.

Per le superiori ha vinto la classe 4A del liceo scientifico “Flaminio” di Vittorio Veneto, con un video sul tema dell’acqua, un itinerario storico-artistico-religioso lungo il fiume Meschio. Il lavoro, realizzato all'interno dell'alternanza scuola-lavoro, è stato seguito dalla prof.ssa Alessandra Farolfi, che ha coordinato gli incontri con i colleghi, con gli studenti e con esperti e tutor esterni.

Questa la motivazione della giuria: "Si tratta di un lavoro originale, che interpreta compiutamente lo spirito del concorso; la presenza del sacro è perfettamente inserita nel contesto territoriale, naturalistico, artistico ed economico. E' stata apprezzata l'alta qualità tecnica e di contenuti dell'intero lavoro".

per vedere il video premiato: https://drive.google.com/file/d/0BxJduCZ4iZXUbDg2NF9sSTJIWjg/view

Per la diocesi di Belluno-Feltre hanno vinto la classe 2D della scuola “Pertini” di Ponte nelle Alpi, con un libro cartaceo arricchito di disegni e testi che illustrano la storia del complesso della Certosa di Vedana e la vita dei certosini, e le classi seconde e terze della Scuola Edile di Sedico, che hanno realizzato un manufatto liturgico, un’acquasantiera. Il video sul Seminario gregoriano e sulla chiesa di S. Pietro di Belluno, realizzato dagli studenti di prima del liceo classico “Lollino”, e una corposa ricerca documentaria sulla chiesa di S. Giustina dei ragazzi della scuola media di Auronzo di Cadore hanno invece ricevuto una segnalazione della giuria, composta da don Luca Sartori, Andrea Basile, Monica Sandi, Valerio Vendrame, Cesare Lasen e Sabina Favore.

Per la diocesi di Vittorio Veneto i premiati sono stati la classe 3B della scuola “Da Ponte” di Vittorio Veneto, con un originale e creativo gioco da tavolo dedicato a santa Augusta.

 

La giuria ha inoltre segnalato un lavoro sull’iconografia e la devozione di sant’Antonio abate della scuola media “Saccon” di San Vendemiano.

È intervenuta alla fine Paola Brunello, insegnante e neo operatrice di turismo religioso, che ha presentato il concorso dell’anno scolastico 2017-2018: tema degli elaborati sarà quello dei “segni minori del sacro”, che porterà gli studenti fuori dalle classi a conoscere maggiormente il territorio e a saper leggere e contestualizzare quei manufatti devozionali che costellano il paesaggio, come capitelli, crocifissi, vie crucis, affreschi esterni.

L’iscrizione scade il 10 novembre, inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Al termine della cerimonia, il pubblico presente ha potuto vedere e apprezzare tutti i lavori in gara, che per l’occasione sono stati esposti in una mostra allestita presso la sala “Sigismondo Brandolini” del castello.

Pietro Panzarino